Bussoleno

Gli ucraini ospitati a Foresto: mille storie da raccontare

In questo tempo è facile “riempirsi la bocca” con la parola accoglienza. Anche noi dell’unità Pastorale di Bussoleno, abbiamo accolto dagli inizi di aprile otto ucraini e li abbiamo sistemati nella casa parrocchiale, dietro la chiesa di Foresto.

I primi tre componenti: papà Shasha, mamma Ilena e figlia Anastasia, dopo 21 giorni di viaggio, partiti da un villaggio vicino Kiev, sono arrivati in Piemonte. Certo un viaggio avventuroso, ma quello che più ci divide è la lingua… veramente complicata… anche a gesti, difficile.

Articolo completo su La Valsusa del 23 giugno.

Angela Pangia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.