Un gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle della valle di Susa dicono la loro sull’intricata questione dei bandi di gara per la costruzione della Torino-Lione. In una lettera aperta ribadiscono “la preoccupazione per la grave incertezza che si è venuta politicamente a creare sull’argomento. L’impegno allo stop, nei confronti delle opere inutili, dannose, e costose, è fondamento, e presupposto, della nascita, e della costituzione, del Movimento Cinque Stelle. Noi non abbiamo dimenticato le nostre origini, e le motivazioni del nostro impegno politico”.

“Confidiamo che altri Portavoce, oltre a quelli che si sono già espressi in merito (come il sen. Alberto Airola) – prosegue la lettera – manifestino una chiara posizione sul Tav, affinché, in modo definitivo, vengano fermati i cantieri, e vengano così ripristinate azioni, e scelte razionali, da parte dei decisori politici. Abbiamo accettato, a malincuore, questo contratto di governo che esplicita linee politiche diverse dalla nostra, per concedere al paese l’opportunità di un cambiamento di rotta, non per ritrovare in azione politiche del passato”.

Qualora prevalesse la logica del Si all’opera, che riteniamo irrazionale e dannosa per il paese – avvisano i militanti pentastellati – i vertici del M5S dovranno rispondere agli elettori del tradimento dei principi e valori del movimento (per altro già avvenuto in altri contesti). Come naturale conseguenza, dovranno essere rimossi dagli incarichi. Qualora ciò non avvenisse per noi sarà naturale uscire da un movimento che ha smarrito, e tradito, la sua ragion d’essere; non saremo complici di questa totale mancanza di coerenza e correttezza politica. Nel frattempo chiediamo l’immediato blocco dei Bandi per il Tav e di qualsiasi altra decisione che favorisca ulteriormente il progetto”.

La lettera è firmata da Davide Amerio (Susa), Gianluca Bianchino (Avigliana), Chiara Benedettini (Bussoleno), Maurizio Bussone (Caselette), Fabrizio Carnino (Bussoleno), Bruna Casale  (Caselette), Giovanna Catarinella (Caselette), Elena Cullino (Caselette), Gabriele Donvito (Susa), Remigio Eydallin (Oulx), Angelo Gorrino (Susa), Ivano Martinuz (Oulx), Davide Meinardi (Caselette), Sandra Milan (Susa), Paolo Mele (Avigliana), Rubel Borello (Caselette), Marco Scibona (Bussoleno), Gianluca Sobrato (Susa), Franco Trivero (Oulx)

© Riproduzione riservata