Uscire dall’emergenza Covid è l’imperativo di questi difficili giorni; rispettare le misure per contenere i contagi, intensificare la campagna vaccinale, non cedere alle fake news e alle psicosi collettive.

E poi guardare avanti, pensare al dopo; immaginare la rinascita delle relazioni, della cultura e, perché no, dell’economica. Va in questa direzione l’idea di sei comuni della bassa valle di Susa che hanno messo insieme i commercianti con un obiettivo: creare il “Distretto Diffuso del Commercio”.

Una decisione che fa seguito a una delibera della Giunta Regionale del Piemonte ispirata proprio dalla volontà di “dar vita a interventi di sostegno finanziario e di semplificazione per contrastare l’emergenza Covid-19”.

L’idea è semplice: fare rete. Operazione sempre complicata in tempi e contesti in cui, nei e tra i Comuni, sembra prevalere la conflittualità insieme tentazioni campanilistiche e individualistiche.

Servizio su La Valsusa del 18 marzo.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata