Ritorniamo ad occuparci del fidanzamento, inteso come periodo in cui due innamorati cercano di conoscersi e di capire se sono fatti per la vita insieme.

Nell’ articolo di dicembre 2018 si sottolineava l’importanza del dialogo di coppia, finalizzato alla conoscenza di sé e dell’altro, attraverso il confronto sui valori che ognuno ritiene irrinunciabili, sul ruolo dell’uomo e della donna, su lavoro, gestione del denaro, rapporti con le famiglie d’origine, educazione dei figli.

Ma si evidenziava anche la difficoltà di questo percorso, a causa della superficialità in cui siamo tutti immersi, dei ritmi di vita intensi, della mancanza di guide e di punti di riferimento.

Si suggeriva di non trascurare libri di consulenti matrimoniali, dialogo con coppie di fidanzati e sposi e si faceva cenno alla proposta dei Week end per fidanzati tenuti con successo da anni a Susa da Incontro Matrimoniale. (www.incontromatrimoniale.org)

Ora ci soffermiamo su un’esperienza iniziata nel 2013 e gestita da don Antonello Taccori, parroco di Villar Focchiardo e San Giorio.

Il sacerdote, constatato che gli incontri serali risultano piuttosto dispersivi, propone una volta l’anno una full immersion dei fidanzati (max 15 coppie).

A Villa San Martino a Susa condividono la cena del venerdì, pernottano in 2 camerate (maschile e femminile), contribuiscono al riordino dei locali e dedicano tanto tempo ( fino alla domenica sera) a loro stessi, come singoli e come coppie, lontani dalla routine quotidiana.

Guidati dal sacerdote e da coppie animatrici che portano la loro testimonianza di vita, i giovani sono chiamati a soffermarsi su se stessi, sulla comunicazione, su che cos’è l’Amore, sulla genitorialità.

Il tutto con varietà di metodologie, linguaggi multimediali, alla luce del Vangelo e con dei tempi dedicati alla preghiera.

Non manca l’approfondimento sul perché sposarsi in Chiesa e sulla preparazione del rito.

Il tempo dei pasti (preparati da volontari), i piccoli lavori condivisi, il pernottamento in camerate favoriscono la conoscenza e la condivisione di esperienze, problemi, aspettative e creano amicizia.

Dopo il week end viene proposto un pomeriggio di incontro delle coppie, dei rispettivi genitori e dei testimoni scelti per le nozze; inoltre è possibile un giorno di ritiro in preparazione al matrimonio.

E poi, visto che insieme si cammina meglio, ai giovani sposi vengono offerti incontri di accompagnamento che li facciano sentire sostenuti nell’ impegno assunto.

Per maggiori informazioni contattare Don Antonello cell.339 6139989

Richard Lucia

© Riproduzione riservata