Quella dei coscritti è una tradizione che neanche la pandemia di Coronavirus è riuscita a interrompere.

Certo, i nati nel 2003 che quindi compiono diciotto anni nel 2021, non hanno potuto onorarla fino in fondo a causa delle restrizioni imposte dal Decreto del Presidente dei Ministri.

Non hanno comunque rinunciato alla fatidica “entrata” nella notte di Natale: mentre i loro compagni nati nel 2001 e 2002 hanno assistito alla celebrazione della Messa celebrata da don Luigi Crepaldi nella chiesa parrocchiale, loro come consuetudine sono comparsi sul sagrato al termine del rito religioso, con foulard e bandiera, sulla quale hanno fatto dipingere il bivacco Stellina.

Servizio su La Valsusa del 7 gennaio.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata