Cinque squadre con 21 alunni delle medie di S.Antonino sono state impegnate  in tre giorni di gare ai Campionati Nazionali di Robotica Educativa della Robocup Junior Academy a San Giovanni Valdarno.

Alla fine un gran risultato: la squadra MATERIA GRIGI4 2.0 ((Luca ALGISI, Samuele COTRONEO, Sofia MANGIONE, Sofia MARTINO) con il loro robot Phoenix  ha conquistato il secondo posto Categoria Rescue Line Entry qualificandosi al Campionato Europeo Robocup Junior ad Hannover in programma dal 21 al 23 giugno!

Ma ecco i risultati

Categoria Onstage Novice

THE WONDERS e WE CAN FLY le squadre, tutte femminili, che hanno gareggiato nella specialità Onstage, che prevede la realizzazione di una performance con robot e umani su un tema a scelta. Il problema dell’immigrazione e quello del bullismo, sono stati i temi portati in scena e trattati in modo originale dalle ragazze che hanno portato un messaggio di solidarietà, fratellanza e amicizia. In due giornate le squadre hanno dovuto affrontare una dimostrazione tecnica sul palco, due performance e l’intervista dei giudici. Con qualche intoppo sul palco, un regolamento che privilegia sempre di più la parte tecnica e il severo giudizio dei giudici le due squadre si sono classificate all’ottavo e nono posto.

Categoria Rescue Line Entry

Sfida in cui in cui i robot sono stati progettati, costruiti e programmati dai ragazzi per simulare un’azione di salvataggio seguendo percorsi e affrontando varie difficoltà. 29 le squadre Under 14 in gara su 110 totali, confronto costante con le squadre Under 19 ma classifiche separate.

MATERIA GRIGI4 2.0, COMIX e ROLLS ROBOT le tre squadre che avevano superato la qualificazione territoriale del NordOvest nella specialità Rescue Line, in Toscana hanno affrontato, in due giorni, 8 impegnative manche con in palio la qualificazione alla finale di oggi.

MATERIA GRIGI4 2.0 con percorsi di gara sempre precisi e punteggi molto alti si portava in testa alla classifica Under14 e la manteneva per ben 7 manche, con un testa a testa avvincente con la squadra Trentina ATENA. L’ultima manche vedeva di pochissimo passare in vantaggio i trentini, che però avvantaggiati dal regolamento che prevede lo scarto del punteggio di manche più basso entravano in finale con un certo vantaggio.

Ottima prestazione anche per COMIX, che al termine della prima giornata era in terza posizione. Peccato che nel secondo giorno, per portarlo ad affrontare difficoltà maggiori, il robot abbia perso un po’ di precisione e non abbia ripetuto i punteggi del giorno prima. I COMIX,  per poco, non riuscivano a conquistare la finale e risultavano al termine sedicesimi.

Anche ROLLS ROBOT ha affrontato con impegno le 8 manche nelle due giornate di qualificazione, non ha trovato però l’assetto migliore per il robot e ha terminato con un punteggio che li ha lasciati nella parte bassa della classifica. In ogni caso tutto il team ha potuto imparare molto da questa esperienza e il confronto con le altre squadre è stato costruttivo.

In finale tutti a tifare per MATERIA GRIGI4 2.0 con il loro robot Phoenix all’inseguimento di ATENA e a difendersi da MERCURIO, la seconda agguerritissima squadra trentina. Manche impegnative, percorsi impeccabili alternati a qualche piccola imprecisione, grandi soddisfazioni nel vedere il robot mettere in salvo le “vittime” (palline argentate da collocare un zona sicura della pista), tanta ansia e tensione e poi … il risultato finale: un secondo posto alle spalle di ATENA e davanti a MERCURIO.

Secondi sul podio nazionale, quindi, con in tasca la qualificazione per il Campionato Europeo Robocup Junior ad Hannover  dal 21 al 23 giugno!

Da sottolineare anche che il punteggio altissimo, ottenuto su piste che in totale potevano dare punteggi inferiori a quelle Under19, colloca la squadra la 22°  posto nella classifica generale, lasciando dietro di sé circa 80 squadre di scuole superiori.

Buona la prestazione del team GEARS, la squadra tutta femminile formata da ex-allieve del Liceo Norberto Rosa, alla sua prima partecipazione nazionale, che ha condiviso la preparazione, il viaggio e l’esperienza vissuta con le nostre squadre grazie a un progetto di collaborazione e continuità tra le due istituzioni scolastiche.

Noemi Cavaletto, Paola Rocci e Elena Gadoni, le docenti che da novembre seguono il progetto di robotica educativa della scuola commentano: “Siamo molto orgogliose di questi ragazzi e li ringraziamo per l’impegno e la serietà che hanno messo nell’affrontare tutto il percorso, le sfide, le frustrazioni, i successi e ancor più gli insuccessi, dimostrando competenza, maturità e coraggio“.

LE SQUADRE DEL “Centopassi”

THE WONDERS (Alice MENSIO, Giulia CHIABERTO, Francesca GARZELLI, Irena BERBERI)

WE CAN FLY (Roxana D’ALU’, Elena GIACCONE, Alessia GIBIN, Alyssia DI VARANO, Marta GUGLIELMINOTTI)

MATERIA GRIGI4 2.0 (Luca ALGISI, Samuele COTRONEO, Sofia MANGIONE, Sofia MARTINO)

COMIX (Martina CELLI, Stella MARITANO, Greta PICARI, Lorenzo MERINI)

ROLLS ROBOT (Eugenio VEGLIO, Mattia PORCHEDDU, Gabriele MENNITI, Francesco GIOBERTO)

Genova, sfide di robotica con Luca e Samuele

Tre ragazzi delle scuole medie di S.Antonino a Genova per animare una sfida di robotica (specialità rescue line). E’ successo 4 al 7 aprile, in occasione della settimana dedicata al Piano Nazionale per la scuola Digitale a cui hanno preso parte migliaia di studenti, docenti, personale scolastico, dirigenti ed esperti da tutta Italia; un’occasione preziosa per visitare e sperimentare ambienti e laboratori digitali disseminati nei luoghi centrali

Gli allievi dell’IC Centopassi Luca Algisi e Samuele Cotroneo hanno animato la sfida nel Digital Circus in Piazza Matteotti all’interno di una cupola geodetica, insieme ad altri ragazzi e bambini di varie zone d’Italia che lo scorso anno si sono distinti nelle competizioni internazionali di robotica.

Il MIUR ha invitato a Genova alcune scuole italiane tra cui l’IC Centopassi per animare questi ambienti e condividere e diffondere le buone pratiche e l’innovazione didattica in ambito digitale,

“E’ stata una bella esperienza, stimolante ed entusiasmante, di condivisione e di scambio tra tante realtà scolastiche all’avanguardia in Italia”, commentano i ragazzi insieme all’insegnante Paola Rocci.

 

© Riproduzione riservata