“Intendiamo esprimere la nostra viva preoccupazione per le gravi conseguenze sul traffico veicolare della Bassa Val Susa e della zona ovest dell’area metropolitana di Torino causate dall’improvvisa chiusura del ponte nuovo di Alpignano.

Apre così la lettera scritta da diciannove sindaci dei Comuni particolarmente interessati dall’opera ed inviata al presidente della Città Metropolitana Appendino, al prefetto Palomba, al presidente della Regione Cirio, al ministro dei trasporti Demicheli e, per conoscenza, al presidente del consiglio Conte e al commissario prefettizio del Comune di Alpignano.

Per i firmatari, la chiusura del ponte rappresenta un serio ostacolo per la mobilità dei cittadini, “ancor più grave in quanto si verifica in un momento così difficile di ripresa economica come quello in cui stiamo vivendo”.

Nella lettera, i sindaci chiedono celerità nell’esecuzione dei lavori e propongono inoltre, per il periodo di chiusura del ponte, di non far pagare il pedaggio al casello autostradale di Bruere.

I firmatari sono i sindaci di: Caselette, Val Della Torre, San Gillio, Pianezza, Avigliana, Almese, Villar Dora, Sant’Ambrogio, Rivoli, Collegno, Rosta, Buttigliera Alta, Grugliasco, Trana, Givoletto, Sangano, Villarbasse, Druento e Condove.

La lettera completa con l’elenco dei firmatari

Paola Bertolotto

 

© Riproduzione riservata