Il 17 settembre 1871 è una data importante nella storia di Bardonecchia, è il giorno in cui il primo treno transitò nella nuova galleria che la collegava con la vicina Modane, in territorio francese, attraverso le Alpi. Da allora sono passati 150 anni.

I lavori ebbero inizio il 31 agosto 1857, per ordine di re Vittorio Emanuele II, un’impresa per i tre ingegneri, Germano Sommeiller, Severino Grattoni e Sebastiano Grandis, realizzare l’opera ideata molti anni prima da Giuseppe Francesco Medail.

All’epoca si trattava del primo grande traforo attraverso le Alpi, richiese tanta manodopera ma anche di sviluppare nuovi attrezzi per lo scavo, nuove sfide dovevano essere affrontate e superate.

Fu brevettata la perforatrice automatica pneumatica, utilissima per i fori delle mine, fu costruita la centrale con i compressori per avere l’aria compressa. Non fu possibile evitare incidenti sul lavoro, anche con conseguenze mortali.

Articolo completo su La Valsusa del 9 settembre.

© Riproduzione riservata