Il Buon Natale dei bambini di Sauze d’Oulx per il Regina Margherita:

Perché il vostro impegno ogni giorno regala speranza, perché la vostra fatica ci protegge. Grazie per permetterci di essere di nuovo bambini”.

Questo è il messaggio che tutti i bambini di Sauze d’Oulx hanno voluto far arrivare ai dottori, agli infermieri, ai volontari e ai collaboratori dell’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino.

Il vicesindaco Marco Tintinelli spiega l’origine del progetto: “Da svariati anni i piccoli Sauzini della Scuola Primaria sono impegnati in un progetto di sensibilizzazione che purtroppo, a causa del Virus, è stato interrotto”.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere ed è proprio dalle brutte situazioni che possono nascere delle splendide sorprese, soprattutto quando i protagonisti sono i bambini.

Gli anni di lavoro svolto in classe e sul campo con l’obiettivo di aiutarsi reciprocamente, di promuovere l’inclusione sociale, di cercare di andare sempre oltre i propri limiti e di non vedere quelli degli altri hanno piacevolmente dato i loro frutti e sono emersi in un momento di estremo bisogno.

In questi mesi, i quasi quaranta bimbi di Sauze, hanno saputo accettare mascherine, divieti, restrizioni, distanze e gel igienizzanti dimostrando un grande spirito di adattamento senza troppe lamentele e nonostante tutto, sotto la guida delle maestre della Scuola Primaria e di chi ha creduto in questo progetto, hanno realizzato degli splendidi doni perché sanno che per ricevere bisogna anche dare.

Tintinelli aggiunge: “I nostri bimbi si sono perfettamente resi conto che in questi mesi difficili e strani hanno comunque ricevuto qualcosa di prezioso: tempo libero con i propri genitori, aria pura, passeggiate, giri in bicicletta, bobbate sulla neve e tramonti mozzafiato. E sanno perfettamente che tutto questo è stato possibile grazie a chi combatte tutti i giorni negli ospedali come il Regina Margherita, per farli sentire al sicuro e prendersi cura di loro quando le cose si complicano”.

A volte i sorrisi, i gesti e le piccole cose rendono più delle parole. Ecco allora che hanno realizzato un video originale, delle palline di lana, dei cappelli di Babbo Natale e dei pacchetti regalo in cui sono raccolti tutti i loro “GRAZIE”. Dei “GRAZIE” sinceri, felici, innocenti e pieni di energia.

Per il progetto un particolare grazie va anche a: Stefano, Simona, Manuela, Monica, Elisabetta, Chicca, Barbara, Faurino, Denise, Giulia, Gaia, Paoletta, Chiara, Alice  e a tutti i bimbi e alle loro famiglie.

 

 

 

© Riproduzione riservata