Flavio Forla esce oggi dal carcere per andare agli arresti domiciliari. La comunicazione è stata inviata di buon mattino dal giudice all’avvocato difensore. Il medico santantoninese sarà ospitato da una famiglia di amici di Bussoleno. La decisione arriva dopo la svolta clamorosa nelle indagini sulla morte del figlio Giacomo, 36 anni, (avvenuta nel pomeriggio di lunedì 14 nell’abitazione di via Superga) emersa nei giorni seguenti il fatto. Secondo l’autopsia effettuata dal medico legale il decesso, infatti, non sarebbe imputabile ad alcun atto violento.

L’esito dell’autopsia, veniva immediatamente comunicato al magistrato in via informale. Un fatto nuovo, che potrebbe essere destinato a far cadere l’accusa di omicidio nei confronti del padre adottivo. Il litigio c’è stato e probabilmente anche la collutazione tra padre e figlio ma la morte potrebbe essere avvenuta in seguito a un improvviso malore e non allo strangolamento con i cavi di un computer come in un primo tempo era stato ricostruito.

Nelle ore successive al fatto, peraltro, era stato lo stesso medico Flavio Forla a dire al magistrato di essere stato aggredito dal figlio e di essersi difeso.

© Riproduzione riservata