Per la sesta edizione del festival itinerante “Borgate dal Vivo”, che quest’anno si è distinto, oltre che per un’efficace gestione dell’emergenza sanitaria, anche per sostenibilità, accessibilità e impegno sociale, siamo arrivati ai titoli di coda.

Stiliamo un primo bilancio della manifestazione con il suo ideatore, che incontriamo in piazza San Giusto, in una mattina di questo già fresco settembre.

Dunque, “Borgate” ha chiuso anche quest’anno: “Ma veramente– afferma Alberto Milesi, responsabile dell’evento, nonché presidente di Revejo, associazione che organizza tutto quanto il carrozzone- si doveva chiudere al 12 settembre, ma abbiamo alcuni spettacoli da recuperare, due ai primi di ottobre, con Lella Costa e Iaia Forte…Ed altri, ancora fino a dicembre“.

Articolo completo su La Valsusa del 23 settembre.

 

© Riproduzione riservata