Ebbene sì, è un “malloppone” (lo ammette lo stesso autore), ma in quelle 640 pagine c’è una sintesi completa di una grande storia, quella della Resistenza. A scriverla per i tipi della Utet, è Gianni Oliva, 65 anni, storico e giornalista torinese studioso del ‘900, allievo di Alessandro Garrone. Un tema, quello della Resistenza, sul quale Oliva si cimenta non certo per la prima volta: “Ho trascorso la mia infanzia ed adolescenza a Coazze, in Val Sangone, un territorio che – ricorda l’autore – in quegli anni conservava ancora solide tradizioni contadine e, insieme, era ricco di memorie di guerra e di racconti partigiani”. L’opera di Oliva (La grande storia della Resistenza 1943-1948), fondata su una solida e ricca bibliografia, è uno studio di sintesi che tiene conto di quanto si è scritto e pubblicato attorno alla Resistenza dagli anni del dopoguerra ad oggi. Articolo completo su La Valsusa in edicola dal 10 maggio.

Bruno Andolfatto

Gianni Oliva Resistenza

La copertina dell’ultimo libro di Gianni Oliva dedicato alla Resistenza

© Riproduzione riservata