Cucina povera? Può darsi ma proprio qui sta il suo valore. Provare per credere: il suo nome, nel patois locale è “Pan ëd Melia”.

È un dolce ma esiste anche una gustosa versione salata ed è a base di meliga, latte, zucchero, uva passa, semi di finocchio. A questo prodotto della tradizione da un po’ di anni Chiusa di San Michele dedica una variopinta sagra che, dopo il blackout di anno dovuto alla pandemia, torna questo fine settimana in gran spolvero per la quattordicesima volta nell’ambito della Rassegna Gusto Valsusa.

Giornata clou domenica 19 settembre con la festa del Pan ëd melia e la mostra mercato dei prodotti tipici e dell’artigianato locali con numerose bancarelle disposte in piazza e per le vie del paese.

Articolo completo su La Valsusa del 16 settembre.

 

© Riproduzione riservata