In casa Romeo tutto parla di Marcello: le fotografie, i suoi disegni, gli stencil con il suo volto, le poesie scovate nei cassetti, i cd di musica.

Marcello se n’è andato, all’improvviso, nella notte del 29 aprile scorso, ad un passo dai 34 anni che avrebbe compiuto il 5 maggio.

Mamma Maria Lina, papà Alfredo e la sorella Isabella l’hanno trovato ormai senza vita nel suo letto.

Impietosa la scritta sul referto di morte: enfisema polmonare. Impossibile da accettare a quell’età. La famiglia Romeo è molto conosciuta a Giaveno per lo Shotokan Karate, la scuola di arti marziali fondata anni fa, che ogni anno accoglie decine di atleti, piccoli e grandi.

Eppure, non è detto che in una famiglia di karateki scorra in tutti il sangue dell’arte marziale. “Marcello era proprio negato” raccontano, oggi, i genitori, strappando un sorriso a questi giorni bui. Aveva però un animo d’artista, una grande passione per la musica, come il padre e i suoi fratelli minori, Alberto e Isabella, con i quali negli anni spensierati dell’adolescenza, insieme ad alcuni amici, ha anche formato una piccola band.

Il ricordo di Marcello è su La Valsusa del 21 maggio.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata