Il poliziotto Domenico Gullace, per la sua professionalità ed esperienza nella cattura di mafiosi e spacciatori, è stato intervistato dalla rivista Poliziamoderna che lo ha annoverato come “superpoliziotto” della Mobile di Torino.

Da 37 anni lavora in prima linea per contrastare il crimine, non solo in città, ma anche in interventi sparsi in ogni parte d’Italia.

Tra le ultime operazioni degne di nota di polizia giudiziaria, “Caimano” (la sigla radio utilizzata negli interventi) ha fatto arrestare quindici persone appartenenti a un clan mafioso catanese.

Articolo completo su La Valsusa del 7 novembre.

E.M.

© Riproduzione riservata