Grandi novità per la scuola primaria paritaria “San Giuseppe” di piazza Savoia.

Martedì 28 gennaio, sono state ufficialmente presentate due novità altamente tecnologiche. Si tratta di dispositivi medici per la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, pensati per rispondere alle esigenze di comunicazione delle persone con disabilità temporanea, permanente o a gravità crescente, del linguaggio espressivo, dovuta a deficit cognitivi o motori.

Questi nuovi strumenti sono stati forniti dal gruppo Sapio, che si occupa generalmente di gas, ma che tra le sue branche dedica un intero settore alla ricerca in campo medico e sanitario, chiamato Sapio Life, dove si mettono a punto dispositivi come questi.

Don Daniele Giglioli, presidente della Fondazione Scuola Diocesana San Giuseppe, accompagnato dal direttore didattico Luigi Favro e dalla presidente del consiglio d’istituto Erika Liuzzo, ha illustrato l’operazione che ha portato all’acquisto dei due tablet Dpad, comunicatori dinamici (che presto saranno tre), resa possibile grazie anche e soprattutto alle offerte raccolte venerdì 20 dicembre, in occasione di un concerto in Cattedrale della Filarmonica San Marco di Buttigliera Alta, organizzato in collaborazione con la Caritas Diocesana, rappresentata da Alessandro Brunatti, e dal Comune, presente con il sindaco Piero Genovese.

Gli operatori della Sapio hanno poi fornito alcune rapide informazioni sull’uso dei tablet alle insegnanti di sostegno Mariola Gabutti, Simonetta Sereno ed Elisa Coppa.

Ospite d’eccezione al piccolo vernissage, monsignor Cesare Nosiglia arcivescovo di Torino e Susa.

Servizio su La Valsusa del 30 gennaio.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata