Ormai da due anni un gruppo di persone, con a capo il nostro Vescovo Alfonso Badini Confalonieri, ed alcuni sacerdoti, ogni primo sabato del mese si trovano per pregare.

Da ottobre a giugno è diventato un appuntamento fisso, alle 8 del mattino, con qualsiasi previsione: vento, pioggia, neve, ci ritroviamo alla Cappella del Beato Rosaz e da lì parte il nostro rogazionaggio.

La croce apre la processione, ribadendo la nostra appartenenza, stringendo quel legno, vorremmo gridare: “Noi ci siamo, preghiamo anche per te”. Come “carbonari” ci muoviamo per le vie di Susa che piano piano si sveglia al nuovo giorno, c è già gente che corre, nervosa, perché rallentiamo il loro correre, ma stupita!

Si chiederanno: chi sono ? forse pazzi, non hanno niente da fare…. Noi passo dopo passo alternando canti e preghiera ci dirigiamo al Santuario di Mompantero.

Due ore passano senza accorgersene, non guardiamo l’orologio, non rispondiamo al cellulare, sembriamo staccati dal mondo. Oranti ci “aggrappiamo” al Santo del mese, perché ogni mese scopriamo un personaggio nuovo; sapientemente ricercato da Monsignor Iovine, che tratteggiandoci la loro vita ci fa gustare aria di santità.

Quante persone hanno sofferto e gioito per Cristo, con Cristo. Ma perché li preghiamo….. Per le vocazioni sacerdotali, ma servono ancora questi preti. Eppure spesso sentiamo dire: ci sono sempre meno sacerdoti, quei pochi che abbiamo sono anziani, ma allora? La preghiera può fare  molto, queste persone che mese dopo mese abbiamo imparato a conoscere, sono diventati dei nostri compagni di viaggio e nelle diverse situazioni della giornata  mi ritrovo ad invocare l’uno o l’altro, a secondo del loro carisma.

La ricchezza della loro vita deve contagiare ognuno di noi e siamo certi che il buon Dio ci ascolterà ed arriveranno altri sacerdoti nella nostra diocesi. La pausa estiva  non ci farà dimenticare tutti questi Santi, continueremo a pregarli e ad ottobre riprenderemo il nostro rogazionaggio. Mi mancheranno volti ormai amici, ma il nostro è un arrivederci, buona estate a tutti e grazie al nostro Vescovo e ai nostri sacerdoti che ci hanno accompagnato in questo cammino.

Angela Pangia

Presidente diocesana dell’Azione Cattolica

© Riproduzione riservata