Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha firmato l’ordinanza n. 64 del 27 maggio, che prevede che da venerdì 29 maggio e fino alla mezzanotte di martedì 2 giugno sia obbligatorio l’utilizzo della mascherina in tutti i luoghi pubblici all’aperto del territorio regionale, all’interno dei centri abitati e nelle aree commerciali.

L’obbligo non sarà valido per i bambini di età inferiore a sei anni, per i soggetti con forme di disabilità o con patologie non compatibili con l’uso continuativo dei dispositivi di protezione individuale.

Non sarà, inoltre, obbligatorio indossare la mascherina mentre si pratica attività sportiva e motoria.

Per quanto riguarda le attività di ristorazione, continuano a essere valide negli esercizi pubblici di somministrazione alimenti le prescrizioni previste dalle linee guida del Protocollo nazionale siglato tra Regioni e Governo. Pertanto, l’uso della mascherina non è obbligatorio per chi siede ai tavoli di un locale, sia all’interno che all’esterno, nei dehors.

© Riproduzione riservata