Domani, mercoledì 8 dicembre, si terrà la marcia No Tav da Borgone a San Didero.

Alla manifestazione prenderanno parte anche alcuni amministratori dei Comuni della Val di Susa, con l’intento di rinnovare il loro dissenso riguardo all’alta velocità Torino-Lione, opera considerata non prioritaria, con costi elevatissimi e dannosa per l’ambiente, ritenendo che i soldi pubblici possano esser meglio spesi per opere utili al territorio.

Questo è l’unico fine per cui parteciperanno, nessun altro — si legge nel comunicato dell’Unione Montana Valle Susa. Niente appoggio o legami con altri movimenti, come no vax e no green pass. Anzi, gli amministratori partecipanti, visto anche l’aumento dei contagi,  invitano tutti i cittadini che interverranno alla marcia a farlo nel pieno rispetto delle normative anti-covid vigenti“.

© Riproduzione riservata