La cerimonia di attribuzione del premio letterario Forte di Exilles – Laura Mancinelli si è tenuta nel pomeriggio di sabato 29 settembre nella cappella del Forte. Tra i cinque finalisti, Giada Rebaudo di Sestriere, Rebecca Rocci di Condove, Giorgia Cammarata di Chianocco, Tiziana Albera di Moncalieri e l’istituto “Des Ambrois”, ha avuto la meglio la condovese Rebecca Rocci.

Il lavoro le è valso un viaggio del valore di mille euro e una penna stilografica Aurora. Il verdetto è stato emesso da una giuria composta da Bruno Gambarotta, Luigi Forte, Renzo Sicco, Evelina Bertero e Valter Giuliano.

Questo riconoscimento è stato istituito dall’associazione Amici del Forte di Exilles con il sostegno della Consulta femminile del Consiglio regionale del Piemonte e in collaborazione con gli enti locali a ricordo della germanista e scrittrice Laura Mancinelli, recentemente scomparsa, che proprio nella località altovalsusina ha ambientato il suo romanzo “La lunga notte di Exilles“, redatto in occasione della riapertura al pubblico della struttura, nel 2000.

Della giornata di sabato, che ha attratto un numeroso pubblico, è stata apprezzata la formula di alternare gli interventi dei relatori alla musica di due concertiste valsusine, le sorelle Carmela e Maria Teresa Pizzulli, rispettivamente violinista e pianista. Il pomeriggio si è concluso con un lauto buffet preparato dagli allievi dell’istituto Formont di Oulx.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata