Ex aequo con un altro concorrente, ha vinto il terzo premio al concorso letterario nazionale “Mario Soldati”, organizzato dal Centro Pannunzio di Torino.

Lei è Brunella De Bon, oss 43enne di origini giavenesi con la passione per la scrittura che, insieme agli altri vincitori, è stata premiata sabato 2 ottobre al Collegio San Giuseppe.

Brunella aveva partecipato alla sezione dedicata alla narrativa con il suo racconto intitolato “Universi paralleli”, otto pagine in cui si narra la storia di un preside che, nella sua scuola, trova un passaggio spazio- temporale in grado di catapultarlo in una dimensione in cui lui stesso è morto da 30 anni.

Potrebbe sembrare un racconto fantascientifico e in parte lo è, ma in realtà questo stratagemma ha permesso all’autrice di mettere a confronto due vite appartenenti al medesimo essere umano, creando personaggi che molto devono alle esperienze vissute in prima persona da Brunella.

Articolo completo su La Valsusa del 21 ottobre.

© Riproduzione riservata