La dottoressa Stefania Sanna, specialista in Geriatria, ha lavorato per 13 anni nell’Asl To3, dal 2007 al 2020, prima all’ospedale di Giaveno (città dove tuttora risiede) di cui ha seguito tutte le vicissitudini che ne hanno portato alla chiusura e poi nel nosocomio segusino, la stessa struttura in cui nacque e nel cui reparto di Medicina ha operato dalla fine del 2015 sino a poche settimane fa.

Quella che riportiamo di seguito è la sua lettera di commiato ai colleghi del reparto.

 

Poche righe dedicate a Voi…

L’intento è semplicemente quello di ringraziare voi tutti che fate parte del Personale del Reparto di Medicina Generale di Susa.

Grazie per aver condiviso con me questi anni di intenso lavoro e di molte difficoltà, mai perdendo di vista quello che più è importante per chi come noi quotidianamente si occupa di Salute: il paziente.

Grazie a tutti voi per aver condiviso questa esperienza surreale della pandemia, è stata dura ma è stato anche lodevole, a mio parere, il modo in cui si è affrontato questo nemico sconosciuto, soprattutto nei primi giorni in cui fu disposta l’apertura dei letti della week, quando appena si aveva idea delle terapie, dell’evoluzione, della gestione dei dispositivi… Eppure tutto, piano piano, è stato affrontato e dopo qualche giorno, condividendo le preoccupazioni, tutto faceva meno paura. Qualcuno di noi ha condiviso anche l’infezione, purtroppo, ma tutto si è risolto per il meglio con grande sollievo.

Mi avete donato alberi piantati nel mio giardino, il pero è stato denominato “Dottor Però” dalle mie bambine. I rami, crescendo, si allontanano dall’albero prendendo vita propria, ognuno con foglie, fiori e frutti. Anche il mio ramo si è allontanato perché un’occasione per stare meglio, così mi auguro, mi si è presentata.

Ma continuerò a condividere con tutti voi il tronco che ci accomuna, quello dell’amore per il nostro lavoro, quello che i vertici dell’azienda da cui mi sono dimessa hanno sempre ignorato, provocando in me tanta amarezza.

Auguro a tutti voi Buona Vita, quella che qualcuno mi ha augurato salutandomi.

Con affetto e stima,

Stefania Sanna

© Riproduzione riservata