Mercoledì 31 luglio ho preso parte alla novena della Madonna del Rocciamelone nel santuario di Mompantero.

Era il turno delle parrocchie di Condove, Borgone, Caprie e Novaretto.

Il rosario guidato dal parroco di Caprie e animato dalle novizie delle missionarie della Consolata ha reso bello l’incontro con Maria.

Tornata a casa ho inviato a don Franco questo messaggio: “Caro don, davvero complimenti per l’idea del rosario di stasera. Una genialata bella e buona. Aveva il sapore di universalità, di accoglienza, di originalità di una tradizione che tende a rinnovarsi e innovarsi. E il segreto sta proprio lì. Diciamolo pure in inglese, in etiope, in keniota, in italiano e pure… in piemontese… L’amore di Dio è la lingua universale per eccellenza. Grazie!”.

Una partecipante

© Riproduzione riservata