Torna la spesa sospesa al mercato a km zero, iniziativa solidale partita il 16 maggio scorso all’interno del progetto messo in campo durante l’emergenza sanitaria dalla Caritas Diocesana e dalla Pastorale del Lavoro insieme a Coldiretti, Croce Rossa, Comune, Fondazione Magnetto.

In primavera estate, per più di un mese, il mercato a km zero è stato protagonista di una grande raccolta di generi alimentari freschi (ripetuta in autunno) che ha visto tra i partecipanti (il 4 luglio) anche il vescovo Cesare Nosiglia.

Il progetto ha ricevuto un nuovo impulso sabato 12 e domenica 13 dicembre quando, sul territorio nazionale e in tutto il Piemonte, nei mercati di Campagna Amica (e quindi anche a San Giorio), la Coldiretti ha messo in campo una mobilitazione straordinaria con la “Spesa sospesa del contadino”. Obiettivo: offrire ai meno abbienti prodotti alimentari 100 per cento “made in Piemonte”.

Servizio su La Valsusa del 17 dicembre.

 

© Riproduzione riservata