“Non vogliamo che ad altri accada quello che è successo a noi”. Inizia così lo sfogo di Elisa Franzò che sabato 28 marzo ha perso il suo papà, portato via dal Coronavirus in nove giorni.

Lunedì 6 aprile, Elisa e la sua mamma hanno ricevuto dall’Asl To3 la notifica dell’isolamento che per loro doveva durare dal 17 al 31 marzo. Incredibile.

Ma non è tutto: venerdì scorso, 3 aprile, una telefonata avvisava che il signor Angelo Franzò poteva recarsi in ospedale per il tampone richiesto dal medico di base: “Papà era mancato una settimana prima”, racconta Elisa. Dolore che si aggiunge al dolore.

Tutto è iniziato, ad Alpignano, il 12 marzo: febbre alta, antipiretici e poi antibiotici.

Servizio su La Valsusa del 9 aprile.

Carmen Taglietto

Nella foto: Angelo Franzò con la moglie Rina e le figlie Elisa e Daniela

 

LEGGI LA VALSUSA SUL WEB. È GRATIS FINO A FINE MAGGIO

Vuoi leggere il giornale ovunque, a qualsiasi ora, sul tuo computer, tablet o telefono? Prova a consultare la nostra edizione digitale, è in tutto e per tutto uguale alla versione cartacea ma ha molte funzioni in più.
Tramite il browser internet preferito, all’indirizzo: “lavalsusa.ita.newsmemory.com
oppure, su “Google Playstore (TM)” o su “Apple Store (TM)”, scarica l’app “Valsusa FISC”
Registrati e potrai leggere il nostro giornale gratuitamente fino a fine maggio.

© Riproduzione riservata