L’Asl To3 ha appena rinnovato anche per quest’anno il progetto “Montagne Olimpiche”, che prevede di rafforzare l’assistenza sanitaria nei periodi di maggior presenza turistica nelle vallate del territorio di propria competenza.

In questi giorni sono stati potenziati i servizi ed è stata modificata l’organizzazione della Continuità Assistenziale – ex Guardia Medica in tutto il comprensorio montano. È stata attivata la sede “centrale” del servizio, a Oulx, insieme alle 5 sedi “satelliti” distribuite territorialmente nei comuni di Bardonecchia, Cesana, Pragelato, Sauze D’Oulx e Sestriere.

Il servizio è contattabile attraverso un unico numero verde gratuito (800 508 745) attivato appositamente e attraverso alcuni recapiti dedicati ai singoli ambiti territoriali: tel. 347 2567182 per comuni di Bardonecchia, Oulx, Salbertrand e Sauze d’Oulx; tel. 347 2567331 per comuni di Cesana, Claviere, Pragelato e Sestriere. L’organizzazione del servizio sarà modulata inoltre in base al periodo, con “giorni verdi”, per il quali si prevede una affluenza turistica media, e “giorni rossi” con affluenza turistica straordinaria, per i quali è stato programmato un ulteriore potenziamento.

Il progetto interessa l’ampia area turistica delle alte valli Susa e Chisone, composta dai sei Comuni dell’Unione Montana Comuni Olimpici – Via Lattea (Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx, Sestriere) e dai Comuni dell’alta Val Susa (Oulx, Bardonecchia e Salbertrand). Il potenziamento inoltre coinvolge anche l’ambito turistico della Val Sangone, per la quale è stato attivato il servizio presso la sede della continuità assistenziale di Giaveno, con orario feriale notturno dalle 20 alle 8 e orario festivo e prefestivo notturno dalle 8 alle 20.

È prevista infine la collaborazione con i Medici di Medicina Generale, dando la possibilità anche ai non residenti di accedere agli ambulatori MMG, con le stesse modalità previste dal servizio di Guardia Medica turistica.

Il servizio è gratuito per i residenti nel territorio AslTo3, mentre per i non residenti prevede il pagamento di un ticket.

 “Il potenziamento della continuità assistenziale” sottolinea Franca Dall’Occo, direttrice generale dell’AslTo3 “risponde alle esigenze di turisti, operatori e lavoratori stagionali, ma ha anche l’obiettivo di sostenere il territorio. Il sistema dell’accoglienza turistica infatti, così pesantemente provato dall’emergenza sanitaria, rappresenta una risorsa fondamentale per queste valli e va supportato, facendo rete e offrendo servizi, compresi quelli di carattere sanitario.”

© Riproduzione riservata