Come ogni anno, in prossimità della Festa delle Forze Armate (il 4 novembre), a Sangano, si è reso omaggio alla tomba del sergente maggiore Marco Matta, pilota elicotterista dell’Esercito abbattuto nei cieli di Iugoslavia il 7 gennaio 1992, durante una missione di monitoraggio.

La cerimonia di quest’anno si è svolta lunedì 18 novembre, come sempre di fronte alla tomba della Famiglia Matta, e ha visto la presenza di una folta rappresentanza del 34esimo Reggimento Gruppo Squadroni Aves “Toro” dell’Aviazione dell’Esercito di stanza a Venaria, guidato dal comandante, il tenente colonnello Corrado Motta.

Omaggio a Matta- Sangano 2019

I partecipanti alla commemorazione in onore di Marco Matta nella piazza a lui dedicata a Sangano

 

Alla cerimonia erano presenti anche il papà di Marco, Mario Matta, i due vigili urbani Paolo Di Murro e Nicola Russo, i volontari dell’Associazione ex Carabinieri, il sindaco, Alessandro Merletti, e l’ex prima cittadina, Agnese Ugues.

La breve cerimonia si è poi conclusa nella piazza intitolata al giovane elicotterista, sotto l’opera “Stele di Luce”.

 

Aggiornato il 19 novembre 2019.

© Riproduzione riservata