A seguito dei controlli effettuati dai sanitari del CANC, il Centro Animali Non Convenzionali del Dipartimento di Scienze Veterinariche ha sede a Grugliasco, è stato liberato nell’ambiente naturale a Villarbasse il capriolo che era stato salvato ieri, lunedì 10 maggio, a Candiolo.

L’animale si era incastrato nella cancellata che delimita la sede dell’Istituto di Candiolo IRCCS. Il personale del CANC ha dovuto anestetizzare l’animale per estrarlo dal punto della recinzione in cui era rimasto bloccato. I controlli effettuati al Canc hanno consentito di appurare che il capriolo si trovava in buone condizioni di salute e ne hanno consentito la successiva liberazione nell’ambiente naturale.

 

© Riproduzione riservata