L’economista Doriana Ruffino, solide origini giavenesi, è un “cervello in fuga”.

Da qualche anno fa parte del Board of Governors della Federal Reserve, la Banca Centrale degli Stati Uniti. A lei abbiamo chiesto alcune informazioni su come potrebbe evolvere, dal punto di vista economico, la pandemia di Covid- 19. Anche lei, come molti suoi colleghi, lavora da casa, a Washington D.C., capitale degli States, in attesa che la situazione migliori, cosa che potrebbe richiedere molte settimane.

Nei giorni scorsi, il presidente Donald Trump ha annunciato un’iniezione di duemila miliardi di dollari per affrontare la crisi economica che certamente nascerà dalla peggiore pandemia degli ultimi decenni.

Qual è la situazione negli Stati Uniti? E a Washington?

Ad oggi, 21 marzo, i positivi sono quasi ventunomila e oltre metà è a New York. Sono stati confermati 266 morti e i numeri crescono rapidamente. La scorsa settimana, il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha ordinato il “lockdown” (la chiusura) totale dello stato, poche ore dopo l’annuncio del “lockdown” totale in California. Sono circa 60 milioni i residenti dei due Stati. A oggi, a Washington sono stati confermati settantasette casi positivi.

L’intervista completa è su La Valsusa in edicola dal 26 marzo.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata