Federico Alotto

Federico Alotto

Non è stata proprio un’Odissea, ma in ogni caso per l’ultimo film di Federico Alotto, “Ulysses – A dark Odissey”, si può veramente parlare di “ultima fatica”. L’originale trasposizione cinematografica del poema omerico da parte del giovane cineasta torinese di origine valsusina ha richiesto infatti parecchio tempo ed energia ma ora l’attesa dei fan è terminata, giovedì 14 giugno il film arriva nelle sale italiane, reduce dalla conquista di ben quattro award al recente festival del cinema greco di Londra. Prodotta e distribuita dalla casa torinese Adrama (con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte), la pellicola è un bell’esempio di cinema indipendente e fonde con maestria l’Ulisse di Omero con quello di James Joyce. Il risultato è un thriller psicologico ambientato nell’immaginaria Taurus City, città distopica del 2020, con al centro della vicenda la storia d’amore tra Ulisse e Penelope rivisitata in chiave postmoderna. Articolo completo su La Valsusa del 7 giugno.

Riccardo Salomoni

© Riproduzione riservata