Ultim'ora

L’Unione Montana Val Sangone ha ricordato il generale Dalla Chiesa a 40 anni dall’uccisione

Anche l’Unione Montana Val Sangone ha voluto onorare, martedì 13 settembre, la figura del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, a 40 anni dalla morte, avvenuta in via Carini, a Palermo, la sera del 3 settembre 1982, quando Cosa Nostra decise di eliminare, insieme alla giovane moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo, quello che si stava prefigurando come un nemico mortale per la mafia.

Alla breve cerimonia, svoltasi a Villa Favorita, erano presenti alcuni amministratori di Giaveno, Reano, Sangano e Valgioie e, in rappresentanza dei Carabinieri, Arma di cui Dalla Chiesa faceva parte, i marescialli Antonio Ferraro della stazione di Giaveno e Biagio Monopoli, comandante della stazione di Piossasco da cui dipende il territorio di Sangano.

Servizio su La Valsusa del 15 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.