Il mondo dello sci italiano e quello piemontese in particolare sono in lutto.

A 75 anni, ci ha lasciati un grande campione e un grande uomo di sci, Alessandro Casse. Originario di Oulx, discesista azzurro, ha legato il suo nome soprattutto al Kilometro Lanciato, stabilendo il primato mondiale nel luglio 1971 sulla pista di Plateau Rosa a Cervinia, con la velocità di 184,143 km/h.

Due anni dopo portò il limite a 184,237 km/h. Sportivo a tutto tondo, Sandro Casse, Maestro di sci e allenatore, era amante anche della bicicletta, con cui partecipava a gare amatoriali e gran fondo.

Dal Comitato FISI Alpi Occidentali giunge un caro ricordo che condividiamo: “Aveva una passione per la velocità che Sandro (o “Cassiòt”, come tutto lo chiamavano nell’ambiente dello sci) ha poi trasmesso al figlio Mattia, azzurro che proprio negli ultimi giorni si è tolto grandi soddisfazioni nelle gare veloci di Coppa del Mondo. Il Presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali, Pietro Blengini, il Consiglio e lo staff del Comitato (oltre a tutta la redazione del nostro giornale, ndr) si stringono intorno a Mattia e a tutti i congiunti di Sandro nell’esprimere il loro cordoglio e la loro vicinanza”.

© Riproduzione riservata