Il cippato scalda gli edifici pubblici di Mattie: un esempio di buona   pratica   all’attenzione nazionale dal portale “Canale Energia”, che si occupa di sostenibilità e nuove tecnologie. Il portale dedica un ampio servizio alla centrale termina mattiese che nel 2012 è stata data in affidamento dal Comune alla società cooperativa “La Foresta” di Bussoleno. “Mattie – spiega Giorgio Talachini, presidente della Cooperativa “La Foresta – ha una risorsa enorme nei suoi boschi, oltre 3000 ettari lasciati per anni in stato di abbandono”. A fronte di un investimento iniziale di 150 mila euro, l’impianto da 200 Kwt oggi riscalda tutti gli edifici pubblici (scuola,asilo, municipio, poste) e viene servito da cippato prodotto solo con tronchi: “Questo – prosegue Talachini – permette di ridurre la quantità di corteccia e, di conseguenza, i valori emissivi dell’impianto. Con un risparmio economico, rispetto al consumo di gas naturale, e una riduzione di CO2 dell’80% circa   rispetto   alle   emissioni   registrate   col   gasolio”. Servizio su La Valsusa del 22 febbraio.

Luca Giai

© Riproduzione riservata