“Ti sfregiamo con l’acido”, lettere minatorie, biglietti sul parabrezza dell’auto e anche proiettili: il sindaco di Alpignano, Andrea Oliva,

ormai da mesi è bersaglio di minacce.

Messaggi sui social ed anche una lettera inviata a casa degli anziani genitori.

Le indagini sono in corso e seguono direzioni diverse senza tralasciare nessuna ipotesi alla caccia di potenziali ‘nemici’ del primo cittadino.

Articolo completo su La Valsusa di giovedì 3 gennaio 2019

© Riproduzione riservata