Trecento piantine per aiutare il risveglio della natura alle pendici del Rocciamelone, nei boschi distrutti dagli incendi dell’autunno 2017, saranno benedette sabato 26 settembre dal vescovo Cesare Nosiglia nel Santuario della Madonna del Rocciamelone.

A porgere le piantine al Vescovo saranno i bambini del paese. Il giorno dopo, domenica 17, toccherà agli Aib di Mompantero e alle Squadre che tre anni fa lottarono contro le fiamme, salire poco sotto la pineta di Pampalù ed effettuare la messa a dimora.

Le piantine sono frutto di un’iniziativa lanciata in prossimità dello scorso Natale da Ascom, Aib e Comuni di Susa e Mompantero con cento alberi di Natale messi in vendita con l’impegno di mettere a dimora, per ciascun albero, tre piantine di diverso tipo fornite dal Vivaio Forestale della Regione Piemonte.

Non un rimboschimento senza regole, quindi, ma ragionato e guidato.

Servizio su La Valsusa del 17 settembre.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata