Questa mattina, giovedì 17 settembre, all’alba, è stata  arrestata Dana Lauriola, 38 anni, militante del movimento No Tav e attivista del centro sociale Askatasuna di Torino.

Circa una trentina di agenti della Digos, con alcuni poliziotti dei reparti antisommossa si sono presentati alla sua abitazione di Bussoleno, in via Pietro Ravetto 38, di fronte alla quale il movimento che si oppone alla Torino-Lione aveva allestito un presidio permanente per protestare contro la decisione del tribunale di Torino di respingere la richiesta di misure alternative per Dana Lauriola, condannata in via definitiva a due anni per i fatti del 3 marzo 2012, quando circa 300 attivisti No Tav bloccarono il casello di Avigliana della Torino-Bardonecchia, permettendo alle auto di passare evitando il pedaggio.

Mentre Dana Lauriola veniva arrestata, ci sono state tensioni tra polizia e manifestanti, con insulti e spintoni contro gli uomini dei reparti mobili che controllavano tutte le vie d’accesso all’abitazione.

Un altro presidio No Tav è previsto per questa mattina, davanti al Tribunale di Torino, dove riprende il maxi processo per gli scontri in valle del 2011 e intanto il movimento No Tav annuncia per questa sera a Bussoleno una fiaccolata di solidarietà.

Giorgio Brezzo

arresto lauriola Bussoleno

Il presidio di alcuni attivisti No Tav nei pressi dell’abitazione di Lauriola a Bussoleno

© Riproduzione riservata