È stata arrestata nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 30 dicembre, Nicoletta Dosio, 73 anni, storica militante del movimento No Tav valsusino.

I Carabinieri hanno prelevato Dosio dalla sua abitazione di Bussoleno e la stanno conducendo in questo momento al carcere Lorusso e Cutugno di Torino.

La militante era stata condannata in via definitiva a un anno di reclusione, pena che avrebbe dato la possibilità a Dosio di chiedere le misure alternative al carcere. Misure a cui Nicoletta Dosio si è tuttavia sempre opposta, preferendo la carcerazione.

I fatti per cui Dosio era stata condannata risalgono al 2012, quando, insieme ad altri 11 militanti, ad Avigliana, aprì le sbarre di un casello autostradale dell’autostrada Torino- Bardonecchia, lasciando passare gli automobilisti che transitarono così senza pagare il pedaggio.

La notizia del possibile arresto aveva cominciato a diffondersi fra i No Tav nel primo pomeriggio di oggi, subito dopo che era stata revocata la sospensiva delle misure di carcerazione.

Fuori dalla casa di Dosio si è riunita una cinquantina di manifestanti per protestare contro l’arresto della “pasionaria” e per rallentare le operazioni dei Carabinieri.

© Riproduzione riservata