“Le piante di strada Contessa non sono del sindaco o della giunta, sono dei caselettesi di oggi e di domani. I tigli devono continuare a vivere dove sono cresciuti e a rendere il loro servizio, pur sistemando il marciapiede per la sicurezza dei pedoni.”

Con questo appello, il gruppo di Passione Civica chiede la presenza dei cittadini per la mattina di martedì 27 agosto presso il cantiere che prevede l’abbattimento degli alberi sopra piazza Cays.

Si tratta dell’ultima fase di un botta e risposta fra maggioranza ed opposizione, che negli ultimi mesi ha portato in evidenza il taglio previsto degli alberi nell’ambito del progetto di riqualificazione dei marciapiedi di via Alpignano e strada Contessa.

Il progetto approvato. In verde, i liquidambar previsti in compensazione. In grigio i tigli destinati all’abbatimento.

 

Il gruppo di maggioranza Uniti per il paese: “Un’amministrazione comunale ovviamente, non si sveglia una mattina decidendo di abbattere degli alberi ma arriva ad una decisione che può sembrare azzardata e poco ambientalista perché mossa da motivi ben precisi. Ci sono state diverse segnalazioni di bambini e adulti che sono caduti sul marciapiede e molti altri si sono lamentati delle sue condizioni”.

Strada Contessa, il marciapiede sconnesso per le radici

 

 

I tigli sopra piazza Cays

Articolo completo su La Valsusa del 29 agosto 2019

Paola Bertolotto

© Riproduzione riservata