Occhi vispi, vivace e dolce: è l’identikit di Duccio, uno dei tanti ospiti del canile consortile Cento Code di S.Antonino.

Questo cucciolo ha attualmente un anno e qualche mese ma risiede al Cento Code già dal 1 aprile 2018, quando è entrato a 5 mesi arrivando da S.Antonino.

All’arrivo Duccio non era solo, ma accompagnato da Luca e Amelina: suoi fratelli. Dopo quasi sette mesi dal loro arrivo, Luca è stato adottato e Amelina è in procinto di lasciare il Cento Code per andare a vivere con la sua nuova famiglia.

Ora tocca a Duccio, incrocio di lupoide, cercare casa. “Il nostro piccolo Duccio è un cane molto buono, non conosciamo la sua storia precedente all’arrivo in canile ma probabilmente, durante il primo periodo della sua vita, non ha avuto contatti col mondo esterno e questo fattore gli ha impedito di compiere uno dei principali e più delicati passaggi dei primi mesi di vita: il contatto diretto con la realtà – spiegano le responsabili del canile e Susanna una delle volontarie del Cento Code – questa mancanza ha portato ad uno stato di perenne allerta nel cane, che si manifesta con la diffidenza nei confronti degli sconosciuti che lo avvicinano anche solo per una carezza.

Duccio ha davvero bisogno di fare quante più possibili esperienze positive che possano sopperire al suo bisogno di attenzioni”.

Allora come capire se si è le persone giuste per dare una nuova casa al piccolo Duccio? Questo cucciolo spaventato ha bisogno di qualcuno che abbia voglia di condurlo pazientemente durante un percorso mirato a farlo stare bene con sé stesso e con le persone che lo circondano, senza avere grosse pretese immediate pur essendo sicuri che Duccio ha tutte le carte in regola per vivere sereno con la sua futura nuova famiglia.

Inoltre, Duccio non è un cane agitato né tantomeno aggressivo, quindi non deve necessariamente essere adottato da esperti cinofili. “Ciò che sicuramente potrebbe agevolare e velocizzare il percorso di Duccio sarebbe la presenza in casa di un altro cane: sereno e tranquillo che il cucciolo possa prendere ad esempio”.

Insomma, Duccio è giovane e con tanta voglia di trovare la famiglia adatta a lui che possa farlo sentire a casa.

Benedetta Gini

© Riproduzione riservata