Non è consueto andare in pensione con tutti gli onori a quasi cinquant’anni d’età. Non stiamo parlando di una persona, ma della veneranda bandiera della Società Filarmonica “Giuseppe Perotto” di Villar Dora, che domenica 3 ottobre ha simbolicamente ceduto la propria funzione ad un nuovo labaro.

Le prime notizie certe della Banda risalgono alla fine del XIX secolo. La prima bandiera ancora esistente, inaugurata nel 1906, è stata recentemente restaurata insieme a quella coeva della Società Cooperativa. Nel 1975 è stata sostituita con quella in uso fino ad oggi.

La cerimonia di benedizione del nuovo labaro si è svolta durante la S. Messa di domenica 3 ottobre, alla presenza di 40 membri della Banda, dei suoi maestri e dei presidenti emeriti, dei rappresentanti delle associazioni villardoresi con i loro gonfaloni e dell’amministrazione comunale.

Per l’occasione, la Banda ha eseguito alcuni brani con l’accompagnamento dell’organo della chiesa parrocchiale. Dopo la funzione, i presenti sono stati accolti nel castello per un momento conviviale, dove sono stati rivolti i ringraziamenti a tutti i presenti, con particolare riferimento alla madrina dell’evento, la contessa Gabriella Antonielli d’Oulx.

Lorenzo Rossetti

Articolo completo su La Valsusa del 14 ottobre 2021

© Riproduzione riservata