Oggi, 6 gennaio, giorno dell’Epifania, è l’ultimo giorno “rosso”.

Domani, giovedì 7 gennaio e dopodomani, venerdì 8 gennaio, l’Italia tornerà in fascia gialla. Saranno quindi consentiti tutti gli spostamenti, di qualsiasi natura, purché all’interno della propria regione di residenza. Rimarrà però in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5, orario in cui è permesso uscire di casa soltanto per motivi di lavoro, salute o necessità.

In questi due giorni tutti i negozi saranno aperti, compresi bar e ristoranti. Questi ultimi, tuttavia, potranno offrire il servizio al tavolo soltanto fino alle 18. Dopo tale orario sarà consentito soltanto l’asporto.

Sabato 9 e domenica 10 gennaio, in tutta Italia, saranno invece due giorni arancioni: negozi aperti, ma bar e ristoranti operativi soltanto per l’asporto (niente servizio al tavolo, dunque). Ci si potrà muovere liberamente all’interno del proprio comune di residenza, ma se ne potrà uscire soltanto per motivi di lavoro o urgenza. I centri commerciali saranno chiusi, fatta eccezione per supermercati, edicole, tabaccherie…

Da lunedì 11 gennaio in avanti, si tornerà alla normale classificazione prenatalizia delle regioni. Il Piemonte, se i dati del report settimanale dell’8 gennaio saranno buoni, dovrebbe rientrare in fascia gialla.

Il divieto di spostamento fra regioni rimarrà tuttavia in vigore almeno fino al 15 gennaio.

 

© Riproduzione riservata