Ernesto Olivero SermigUn incontro con un testimone del nostro tempo; uno di quegli appuntamenti destinati a rimanere nella memoria di chi c’era. E’ successo venerdì 15 febbraio, a Susa, su iniziativa della Pastorale Giovanile guidata da don Antonello Taccori. Protagonista Ernesto Olivero, fondatore del Sermig (il Servizio Missionario Giovanile) che, di fronte a tanti giovani di oggi e di… ieri, ha raccontato una vita e un’esperienza vissuta con Dio e per  gli altri, per gli ultimi, gli esclusi, gli emarginati. Una vita intensa, che lo ha portato a incontrare tantissime persone, a diventare amico del card. Michele Pellegrino, di mons. Camara, di Sandro Pertini, di Madre Teresa Calcutta (solo per citarne alcuni).

Più di due ore intense, vissute tutte d’un fiato, precedute da un intervista che Ernesto Olivero ha voluto concedere al nostro giornale. Con Olivero abbiamo anche parlato di Tav Torino-Lione e delle divisioni che ha causato nelle nostre comunità ma anche di migranti, di carcere, di poveri. L’intervista si può vedere e ascoltare nei brevi video di seguito pubblicati.

L’intervista

Tav: “Riconciliamoci dopo gli anni delle divisioni”

 

“La bontà disarma”. “I politici siano educatori, maestri e non parlino alla ‘pancia’ della gente”

“Il carcere è casa nostra”

“Di fronte alla povertà non voltiamoci dall’altra parte”

 

© Riproduzione riservata