“La preghiera non conosce confini, e quando sarò in Madagascar, anche se potrò visitare solo alcuni luoghi, con la preghiera raggiungerò tutti, e per tutti implorerò la benedizione di Dio”.

Lo afferma Papa Francesco in un videomessaggio in occasione del suo prossimo viaggio in Madagascar, al via dal 6 settembre, in cui rivolge il suo saluto ai malgasci “assieme al ringraziamento per tutto quello che avete fatto e state facendo per preparare la mia visita”.

“Soprattutto vi ringrazio per la vostra preghiera, sia personale, sia nelle famiglie, sia nelle comunità parrocchiali, come pure negli ospedali e nelle carceri”, aggiunge.

Rivolgendosi ancora alla popolazione del Madagascar, il Pontefice ricorda che “il vostro Paese è famoso per le sue bellezze naturali”.

“È nostro dovere custodirle con cura. Ma c’è un’altra bellezza che sta ancora più a cuore a Cristo e al Papa: quella del suo popolo, cioè la vostra santità!”.

© Riproduzione riservata