Da lunedì 15 giugno anche le aree gioco dei parchi comunali di Caselette e Buttigliera Alta sono stateriaperte al pubblico. A ritardare la  rimozione dei divieti d’accesso e dei nastri segnaletici era stata la difficoltà di garantire il rispetto delle linee guida fissate dal premier Conte lo scorso 17 maggio. Una scelta resa inevitabile dall’esiguità dei fondi e delle risorse umane disponibili ad essere impiegate nelle attività di manutenzione, controllo e pulizia periodica delle attrezzature presenti all’interno delle aree. Vincoli e restrizioni che la Fase Tre ha progressivamente attenuato, consentendo così anche ai più piccoli di recuperare le abitudini ormai dimenticate.

Restano comunque numerose le accortezze che genitori e bambini sono chiamati ad osservare all’interno dei parchi comunali. Agli utenti non appartenenti allo stesso nucleo familiare è infatti imposto il rispetto del metro di distanza e del divieto di creare assembramenti. Fatta eccezione per i bambini di età inferiore a 6 anni, tutti i frequentatori degli spazi verdi dovranno inoltre indossare le mascherine protettive. In caso di violazione delle norme ancora in vigore, la responsabilità ricadrà sugli accompagnatori di bambini e adolescenti o sugli stessi ragazzi che si siano resi protagonisti di comportamenti scorretti, purchè abbiano più di quattordici anni. Agli eventuali trasgressori sarà comminata una sanzione compresa tra i 400 e i 1000 euro.

Federica Allasia

© Riproduzione riservata