La giovane promessa Sabrina Vitarelli, dopo il titolo italiano assoluto di campionessa di pattinaggio freestyle conquistato a giugno a Riccione, è stata convocata nella Nazionale per i mondiali di pattinaggio in discesa.

Sabrina ha sedici anni, sta per cominciare il terzo anno di liceo scientifico Norberto Rosa di Bussoleno ed ama lo sport, ambito in cui, da che è bambina, colleziona successi sia nel campo dell’atletica che nel mondo del pattinaggio.

Figlia di Tony Vitarelli, presidente dell’associazione Skate in line Valsusa, Sabrina ha indossato i pattini per la prima volta all’età di due anni e da quel momento in poi le rotelle l’hanno portata lontano.

Grazie alla sua passione ed alla grande determinazione, a soli nove anni ha cominciato a collezionare successi regionali e due anni dopo ha conquistato i primi titoli italiani. Quest’anno, a Riccione, Sabrina ha vinto la medaglia d’oro in slide e il bronzo in high jump. Ora è pronta per il suo prossimo traguardo: i mondiali.

Dal 17 al 19 settembre, a Bettola (PC), Sabrina affronterà, al fianco dei migliori atleti del mondo, la “Fire Race”, un’emozionante gara di pattinaggio in discesa che assegnerà il titolo di campione mondiale di inline Downhill.

Servizio su La Valsusa del 9 settembre.

Eloisa Giannese

© Riproduzione riservata