Impegnarsi per l’ambiente conviene… e non solo dal punto di vista ecologico. Lo sanno bene gli allievi, gli insegnanti e i dirigenti degli istituti scolastici di Buttigliera Alta, premiati dal Comune per l’edizione 2019 del progetto “Rifiuto amico”.

Gli alunni delle scuole si sono impegnati nel riciclo dei rifiuti, in particolare nel raccogliere quelli più pregiati, come la plastica dei tappi a vite di bottiglie e dei flaconi. In ogni scuola c’è un punto raccolta dei tappi e i vari plessi fanno a gara a chi ne raccoglie di più.

Il premio, in contributi per progetti didattici di educazione ambientale, per il 2019 è in tutto di 2400 euro, erogati all’Istituto Comprensivo, alla scuola dell’infanzia “Caduti in guerra” e al nido “Banda bassotti”. “

Un contributo che si aggiunge ai 10mila euro messi a disposizione del Piano Offerta Formativa delle nostre scuole – spiega Laura Saccenti vicesindaco e assessore alle Politiche Educative. “E’ un investimento con un doppio ritorno per la comunità – aggiunge l’assessore alle politiche ambientali, Mauro Usseglio Min –: da un lato, con il progetto, riduciamo lo spreco di risorse preziose e abituiamo i nostri ragazzi alla cultura recupero. Dall’altro, con i fondi erogati alle scuole, mettiamo a disposizione altre azioni di educazione ambientale, con quindi un ulteriore ritorno sulle nuove generazioni”.

© Riproduzione riservata