Un sorriso lo si può strappare anche da dietro ad un schermo. Lo hanno pensato e messo in atto i Fuori di Clown, l’associazione di Giaveno che da anni porta un po’ di allegria ai bimbi malati ricoverati negli ospedali, a quelli in difficoltà o agli anziani ospiti nelle strutture sanitarie e nella case famiglia.

Un’azione solidale che l’emergenza del Coronavirus ha interrotto.

Da qui, l’idea. “Non potendo portare i nostri nasi rossi ed i vestiti colorati nelle corsie e tra i malati, abbiamo pensato di sfruttare i social” spiega Maddalena Gianquinto, in arte “Clown Sangria”, vicepresidente dell’associazione.

Così dal 9 marzo, sulla pagina Facebook “Fuori di Clown” e sul canale You Tube, hanno iniziato ad essere pubblicati simpatici video.

Servizio su La Valsusa del 12 marzo.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata