Il 26 maggio, nel giorno del suo 66esimo compleanno, la prima cosa che ha fatto è stata quella di spegnere il cicalino. Passerà nelle mani di qualcun altro più giovane perché anche per Pier Mauro Biddoccu, capo del distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Giaveno, è venuto il tempo di posare la divisa e cedere il testimone che aveva ricevuto, nell’ottobre 2011, dal fratello Alberto.

Una divisa, quella da pompiere, che Pier Mauro ha indossato per la prima volta nel 1974 quando, proprio come il fratello, sceglie di svolgere il servizio di leva in questo Corpo.

Neanche due anni dopo, ad inizio 1976, mette piede nella caserma di Giaveno, allora guidata da Gilberto Monfrino, e da lì in poi di strada nei pompieri volontari ne ha percorsa un bel po’.

Per diversi mandati vicecapo distaccamento, una parentesi di un anno nel 2001 da capo distaccamento a Riva di Chieri e l’impegno nella Federazione Nazionale VVFF in cui ha rivestito diversi ruoli fino a diventarne presidente, tuttora in carica.

Servizio su La Valsusa del 4 giugno.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata