Un giorno della scorsa settimana arriva sul telefono fisso di casa una chiamata da un’addetta di un noto operatore telefonico che mi annunciava l’aumento di 15 euro sulla prossima bolletta e che avrei potuto passare, gratuitamente, entro due giorni, ad un altro operatore. Operazione da farsi solo per telefono e non in un negozio, dove avrei dovuto invece pagare 300 euro”.

A raccontare la vicenda è una signora di Giaveno, che continua. “La cosa mi puzzava un po’, pertanto mi sono informata al numero preposto, la cui operatrice ha smentito tutto. Non era previsto alcun aumento. Di lì a poco, guarda caso, arriva una seconda telefonata da un altro noto operatore telefonico, concorrente del precedente: la donna all’altro capo della linea mi annunciava una proposta vantaggiosa se avessi cambiato gestore. Al che ho capito il giochetto, mi sono molto arrabbiata e lo stesso ha fatto l’operatrice, peraltro in una sorta di dialetto incomprensibile. Io non so che cosa ci sia dietro, forse un accordo tra le due operatrici, ma sono rimasta basita e ho voluto raccontarlo per mettere in guardia”.

© Riproduzione riservata