Il suo nome non è dei più facili da leggere, ma dopo qualche tentativo si arriva ad una pronuncia accettabile o quantomeno lei, con un sorriso, te la fa passare, bontà sua. Xiomara Quiroz Camelo è una simpatica fanciulla colombiana di 18 anni, originaria di Granada, una cittadina colombiana di circa cinquantamila abitanti. È approdata qualche giorno fa a Caselette su invito ed è ospite da chi l’ha adottata a distanza durante il suo percorso di studi tramite Operazione Uribe, la onlus che aiuta diverse missioni cristiane in più continenti. Come due suoi fratelli prima di lei, Xiomara ha infatti beneficiato del programma di sostegno scolastico che padre Gianni Campagnolo ha attivato nella cittadina colombiana. L’adozione a distanza le ha permesso di frequentare sia la scuola primaria sia quella secondaria; tutti i 12 anni che corrispondono alle nostre  elementari, medie e ginnasio e che le hanno garantito una prospettiva occupazionale e di qualità della vita decisamente migliore rispetto a quelle che avrebbe potuto avere senza gli studi. Articolo su La Valsusa del 26 aprile.

Paola Bertolotto

© Riproduzione riservata